Login

Il professore di economia Jonathan R. Clark dell'università statunitense University of Texas at San Antonio (UTSA) ha condotto una serie di ricerche che lo hanno portato a concludere che lo stile comunicativo dei capi di un'azienda o un'organizzazione abbia un'influenza decisiva sul modo in cui i dipendenti giudicano il proprio posto di lavoro. Secondo quanto riferisce Eurekalert, il modo in cui le aziende presentano la propria visione e i propri valori definisce anche il modo in cui i dirigenti comunicano con il proprio personale.
"Diversi sondaggi -ha spiegato il professor Clark...

Gli uomini sono più aggressivi e argomentativi delle donne su Facebook. A rivelarlo è uno studio condotto da un gruppo di psicologi dell'università statunitense Stony Brook University che ha utilizzato un'applicazione di linguistica computazionale per analizzare 10 milioni di commenti fatti da oltre 52mila utenti su Facebook. 
Secondo gli studiosi americani esiste una chiara differenza di genere nell'uso del linguaggio su Facebook. Gli utenti esaminati che si sono identificati come donne si sono rivelati più inclini...

Una ricerca condotta da ricercatori dell'universita scozzese di Edinburgo (University of Edinburgh) ha dimostrato che la ripetizione di parole con sillabe ripetute favorisce l'acquisizione di nuovi vocaboli in bambini di età fino a 18 mesi. 
La ricerca intende spiegare, ad esempio, come mai parole come "train" e "night" (in italiano treno e notte) abbiano dato vita a nuove versioni delle due parole con sillabe ripetute come come "choo-choo" e "night-night". Secondo gli scienziati scozzesi le nuove formule sono più facili da imparare per i bambini e costituiscono il punto di partenza per la costituzione del proprio...

La lingua inglese parlata nel Regno Unito si sta sempre più uniformando a quella parlata nella regione di Londra e del sud-est del paese. A rivelarlo è uno studio condotto da ricercatori della celebre università di Cambridge (University of Cambridge), che è stato basato sui dati raccolti da una nuova app per il monitoriaggio dei dialetti sviluppata recentemente dalla stessa università e dall'università svizzera di Berna (Universität Bern) e di cui avevamo già parlato su questo sito lo scorso gennaio
L'applicazione, a detta del gruppo di ricerca, è stata...

Un gruppo di ricerca del celebre centro di ricerca statunitense Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha condotto uno studio per capire per quali ragioni i bambini spesso confondano la disgiunzione "o" con la congiunzione "e" e più in generale le parole.
Gli studiosi hanno provato a capire, ad esempio, perché quando ai bambini venga imposto di scegliere come dolce tra una torta o un gelato, questi insistano per avere entrambi, ignorando di fatto...

Una nuova ricerca condotta da psicologi statunitensi conferma che parlare ai neonati già dai primi giorni di vita permette loro di sviluppare meglio le proprie capacità cognitive. Lo studio, pubblicato dalla Northwestern University, sottolinea l'importanza di una consistente esposizione precoce a stimoli linguistici e indica nell'esperienza la chiave per capire come i neonati acquisiscano la capacità di formare categorie e sviluppare processi cognitivi.
"La nostra ricerca – ha dichiarato la coordinatrice del progetto Sandra...

La ricerca scientifica sulla didattica delle lingue ha raggiunto in Italia ottimi livelli. La disseminazione dei risultati della ricerca nel sistema scolastico, tuttavia, non sembra ancora aver raggiunto una dimensione accettabile e la scuola italiana mostra di recepire con molta lentezza gli approcci e gli strumenti didattici suggeriti dal mondo scientifico, che indica da almeno due decenni una strada ben diversa da quella percorsa in passato. Abbiamo chiesto al professor Carlos Melero dell'Università Ca' Foscari, che ha recentemente pubblicato il volume "Le lingue in Italia, le lingue in Europa: dove siamo, dove andiamo", di analizzare la questione e di fare un confronto con la situazione di altri paesi europei.

Un gruppo di ricercatori della Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati (SISSA) di Trieste ritiene che il cervello umano possa utilizzare metodi statistici per riconoscere singole parole all'interno del flusso sonoro della lingua parlata. 
In uno studio pubblicato sulla celebre rivista internazionale Journal of Developmental Science gli scienziati della SISSA suggeriscono che il ritmo linguistico svolga un ruolo importante nel distinguere le parole nel parlato. I ricercatori hanno applicato un metodo di segmentazione delle parole basato su...

Una nuova ricerca, questa volta proveniente dall'Asia, conferma che il bilinguismo precoce non determina un rallentamento dell'acquisizione di nuove parole e che un'esposizione ad un ambiente linguistico bilingue si traduce in una serie di vantaggi cognitivi per i soggetti che ne sono coinvolti.
Il gruppo di ricerca, proveniente dall'univiersità di Singapore (National University of Singapore - NUS), ha condotto un'analisi di 72 bambini bilingui e monolingui di età compresa tra 12 e 13 mesi per verificare il...

Il gigante di Internet Google Inc. ha annunciato che la propria piattaforma di reti neuronali per la comprensione del linguaggio umano da parte dei computer sarà condivisa gratuitamente con tutti gli sviluppatori che vorranno utilizzarla per far avanzare la ricerca nel campo dell'intelligenza artificale. La piattaforma, denominata SyntaxNet, sarà la prima di una serie di tecnologie che Google intende rendere open source con l'obiettivo di incrementare la ricerca su come le macchine possano migliorare la loro comprensione...

Pagina 10 di 22

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.