Login

L'analisi della lingua nel campo dell'elaborazione del linguaggio naturale (NLP) ha bisogno di prendere in esame non solo la lingua standard ma anche le varietà non standard e dialettali per far sì che interi segmenti di società non restino esclusi dal campo di azione di questa disciplina. Questo appello è stato lanciato alla comunità scientifica da Brendan O’Connor, un ricercatore specializzato nell'elaborazione del linguaggio naturale che opera presso l'università statunitense University of Massachusetts Amherst, e da Lisa Green, la direttrice del centro di ricerca Center for Study of African-American Language che fa capo allo...

Le persone che durante l'infanzia sono esposte a un numero ridotto di stimoli linguistici hanno più probabilità di sviluppare forme di depressione durante il corso della propria esistenza. A questa conclusione è giunto un gruppo di ricercatori statunitensi che ha verificato in via sperimentale come i bambini che già a partire dal terzo anno di età hanno meno stimoli linguistici hanno tre volte di più degli altri bambini la possibilità di sviluppare forme di depressione a partire dalla terza elementare. 
Secondo il coordinatore della ricerca, il professor Keith Herman dell'università...

Usare l'immaginazione già a partire dal diciottesimo mese di vita aiuta i bambini a sviluppare meglio le proprie capacità linguistiche. Lo rivela una ricerca svolta dalla psicologa australiana Sara Quinn che ha testato 54 bambini in relazione allo stile di gioco che questi hanno sviluppato nell'interazione con i rispettivi genitori. Il gioco simbolico richiede l'uso dell'immaginazione e consiste, ad esempio, nel far finta che una banana possa essere un telefono. 
"Abbiamo notato - ha dichiarato la Quinn - che durante questo tipo di gioco...

Sabato, 10 Settembre 2016 08:00

Linguisti sulla luna

Quando Neil Amstrong ha messo per la prima volta il piede sulla luna il 21 luglio del 1969 tutto il mondo lo ha sentito pronunciare la frase "un piccolo passo per l'uomo, un balzo gigante per l'umanità" (in inglese "That’s one small step for man, one giant leap for mankind"). Amstrong tuttavia, successivamente alla conclusione della propria missione spaziale, ha sempre dichiarato che questa frase è stata male interpretata e che egli in realtà ha pronunciato la frase "un piccolo passo per un uomo, un balzo gigante per l'umanita" (in inglese "that’s one small step for ‘a’ man, one giant leap for mankind"). La differenza è ovviamente notevole, poiché la prima...

Le persone che conoscono due o più lingue dispongono di una maggiore capacità di elaborare informazioni legate a parole sconosciute. Lo rivela una ricerca condotta da studiosi dell'università di Helsinki (University of Helsinki), i quali hanno utilizzato l'elettroencefalografia (EEG), e cioè la registrazione dell'attività elettrica dell'encefalo, per rilevare le reazioni di diversi soggetti sottoposti all'ascolto di parole nuove.
Il gruppo di ricerca ha sottoposto 22 studenti (10 maschi e 12 femmine) di età media intorno ai 24 anni all'ascolto di registrazioni audio di parole sia conosciute che...

Un gruppo di ricerca della Fondazione Bruno Kessler di Trento ha realizzato una ricerca che intende dimostrare come la traduzione automatica basata su reti neurali, meglio conosciuta in ambito scientifico come Neural Machine Translation (NMT), possa fornire attualmente migliori risultati dal punto di vista qualitativo rispetto alla traduzione automatica basata su regole, che in inglese viene denominata Phrase-based Machine Translation (PBMT). 
La ricerca, realizzata dai ricercatori Luisa Bentivogli, Mauro Cettolo e Marcello Federico della Fondazione Kessler di Trento e da Arianna Bisazza...

Un gruppo di ricercatori del centro di ricerca tedesco per la ricerca scientifica Max-Planck-Institut für Bildungsforschung sta cercando di capire come mai bambini e adulti leggano in modo diverso. Secondo gli scienziati, che lavorano alla ricerca nell'ambito del progetto DeveL (Development Lexicon Project), si tratta della prima volta che le abilità di lettura di bambini, giovani adulti, adulti e persone anziane vengono analizzate simultaneamente. 
I ricercatori intendono studiare tre caratteristiche fondamentali delle parole che...

Telefoni cellulari e tecnologie informatiche possono aiutare le lingua in pericolo di estinzione a sopravvivere. Lo sostiene la sociolinguista neozelandese Miriam Meyerhoff che respinge l'idea che queste tecnologie siano responsabili dell'erosione delle identità culturali delle piccole comunità. 
La Meyer si occupa da più di vent'anni delle circa 130 lingue parlate nell'isola di Vanuatu nel sud del Pacifico e negli ultimi otto anni si è dedicata a studiare in particolare l'evoluzione della lingua...

I cani sarebbero in grado di distinguere parole e intonazione del linguaggio umano grazie a reti neurali simili a quelle degli esseri umani. Tale affascinante ipotesi è stata avanzata dalla ricercatrice statunitense Anna Gabor, che ha condotto uno studio sull'argomento per conto dell'università ungherese Eötvös-Loránd e l'Associazione statunitense per lo sviluppo scientifico (American Association for the Advancement of Science).
Lo studio, pubblicato sulla celebre rivista scientifica Science, sostiene che esseri umani e cani fossero entrambi dotati di reti neurali ben prima della nascita del linguaggio umano e che queste...

I disturbi dell'apprendimento sono più frequenti in bambini che sono stati concepiti tra i mesi di gennaio e marzo. Lo rivela una ricerca condotta dalla Glasgow University secondo la quale il maggior rischio di incorrere in varie forme di autismo e dislessia per i nascituri dipenderebbe da una minore esposizione al sole delle madri durante i mesi invernali e, pertanto, a ridotti livelli di assimilazione della vitamina D. 
Secondo lo studio, che è stato realizzato con la cooperazione del governo scozzese e della celebre Cambridge University, circa l'8,9 per cento dei bambini che sono stati...

Pagina 7 di 22

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.