Login

Perché gli esseri umani parlano attualmente oltre 7mila lingue? Perché queste lingue non sono distribuite in modo uniforme sulla terra? A queste due centrali domande della linguistica ha provato a rispondere un gruppo di ricerca internazionale, coordinato dall'università statunitense del Colorado (Colorado State University), attraverso l'utilizzo di un modello di simulazione informatica. 
Allo sviluppo della ricerca, che è stata pubblicata sulla rivista internazionale Global Ecology and Biogeography, hanno preso parte linguisti, geografi, antropologi e biologi provenienti da...

I bambini in età prescolare che riescono a schiacciare brevi pisolini durante il giorno riescono ad avere un migliore sviluppo linguistico rispetto a quelli che non riescono a farlo. A fare questa scoperta è stato un gruppo di ricerca dell'università statunitense dell'Arizona (University of Arizona), che ha verificato in via sperimentale come brevi pisolini permettano ai bambini di registrare meglio nella propria memoria l'apprendimento di nuovi vocaboli. 
In particolare, i ricercatori hanno testato per quanto...

Le persone che conoscono la lingua dei segni hanno una migliore visione periferica e migliori tempi di reazione relativamente al campo visivo, indipendentemente dal fatto che siano sorde o meno. Ad affermarlo è un gruppo di ricerca dell'università britannica di Sheffield (University of Sheffield) che ha condotto uno studio che confermerebbe che le persone sorde adulte hanno migliori abilità visive rispetto alle persone udenti.
I ricercatori hanno verificato come gli interpreti delle lingua dei segni, che hanno imparato tale lingua dopo l'infanzia, migliorino in modo...

La lingua è considerata generalmente più importante del luogo di nascita per definire l'appartenenza di un individuo a una determinata nazione. A stabilirlo è un sondaggio realizzato dal centro di ricerca statunitense Pew Research che provato a capire quali fattori determinino nelle persone la percezione di appartenere a una precisa comunità nazionale. 
Secondo il sondaggio la percentuale di coloro che danno maggiore importanza al luogo di nascita negli Stati Uniti è pari al 32 per cento, mentre in Canada e Australia tale percentuale si abbassa rispettivamente al...

Un gruppo di linguisti anglosassoni sta utilizzando twitter per analizzare le variazioni del vocabolario del lessico di circa sette milioni di utenti anglofoni statunitensi. Gli studiosi, provenienti dalle università britanniche di Manchester e Aston e da quella statunitense del South Carolina, hanno sviluppato un'applicazione ribattezzata Great American Word Mapper per effettuare la localizzazione geografica della frequenza di circa 10mila parole di uso comune dell'inglese in un corpus di almeno 8,9 miliardi di parole ricavato a sua volta da 890 milioni di tweet emessi da undici stati degli Stati Uniti fra l'ottobre del 2013 e il novembre...

I bambini nati prematuramente hanno lo stesso sviluppo linguistico e cognitivo dei bambini nati a termine. Lo rivela uno studio condotto da scienziati dell'università statunitense Northwestern University, che hanno messo a confronto lo sviluppo cognitivo di bambini prematuri con quello di bambini nati a termine dopo lo stesso lasso di tempo dalla loro nascita. I risultati della ricerca dimostrerebbero, a detta dei ricercatori, che i bambini prematuri hanno la stessa capacità di quelli nati a termine di collegare linguaggio e significato. 
In una ricerca precedente gli psicologi della Northwestern University avevano testato...

Una nuova ricerca pubblicata dall'università scozzese di Edinburgo (University of Edinburgh) ha confermato che l'apprendimento di una seconda lingua permette di migliorare l'attenzione dopo appena due settimane di studio.
Il gruppo di ricerca ha analizzato diversi aspetti dell'attenzione mentale di 33 studenti di età compresa tra 18 e 78 anni che hanno preso parte a un corso di lingua gaelica della durata di una settimana. Gli scienziati hanno studiato i livelli di attenzione di queste persone in una serie di test di ascolto che includono l'abilità di concentrarsi su certi suoni e di spostare l'attenzione per filtrare le informazioni più rilevanti. I risultati...

Un gruppo di ricerca formato da scienziati dell'università olandese Radboud University, del centro di ricerca olandese-tedesco Max Planck Institute for Psycholinguistics (MPI) e dell'università coreana Hanyang University ha condotto uno studio che intende dimostrare che una lingua acquisita e abbandonata nella prima infanzia resta comunque viva nella memoria e che gli individui sottoposti a questo tipo di esperienza possono poi rapidamente recuperarne l'uso.
I ricercatori hanno verificato che diversi individui di origine coreana che avevano imparato il coreano in patria durante la loro prima infanzia e che erano poi stati adottati in...

Si chiama Dysapp la nuova applicazione per dispositivi mobili per il sostegno di bambini dislessici e disprassici che arriverà dalla Francia e che è sarà creata da specialisti del centro di ricerca Centre de Recherches sur la Cognition et l'Apprentissage di Poitiers. Si tratta, secondo quanto riferisce il quotidiano Le Figaro, di una sorta di videogioco che può anche essere utilizzato in orario scolastico e che può fornire un supporto all'azione dell'insegnante. La nuova applicazione punta in particolare a sostenere gli studenti con la disprassia, un disturbo che riguarda le capacità motorie delle persone e, conseguentemente, la capacità di scrivere e leggere. "L'apprendimento...

Un gruppo di ricerca internazionale formato da scienziati del Max Planck Institute for Psycholinguistics in Nijmegen, dell'università di Bristol (University of Bristol) e dei centri Broad Institute e iPSYCH consortium ha condotto uno studio che ha permesso di collegare i geni associati all'autismo e ad altri disturbi psichiatrici ai geni che influenzano le nostre abilità comunicative nell'età dello sviluppo.
I ricercatori affermano di essere riusciti a dimostrare che i geni che influenzano negativamente le abilità comunicative e sociali durante l'infanzia sono legati a...

Pagina 2 di 22

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.