Login

Secondo una ricerca condotta negli Stati Uniti, gli adulti sarebbero in grado di apprendere una seconda lingua seguendo più o meno gli stessi meccanismi dei parlanti madrelingua.
Lo studio intende ridimensionare in qualche misura il ruolo preponderante che la prima lingua gioca nel creare interfenze con il nuovo sistema linguistico che si intende apprendere. 
I ricercatori, attivi presso la University of California Riverside, hanno osservato come adulti anglofoni che stanno imparando lo spagnolo siano in grado di...

Un gruppo di ricerca dell'università di Vienna sta utilizzando dei modelli utilizzati dalla fisica della diffusione per sistemi complessi per cercare di capire come si siano diffuse le lingue lungo l'asse spazio-temporale.
In particolare i ricercatori stanno applicando i modelli conosciuti come automi cellulari all'analisi dell'evoluzione della lingua slovena Carinzia, una regione dell'Austria meridionale confinante con il Friuli Venezia-Giulia e la Slovenia. 
Sotto il concetto interdisciplinare di fisica della diffusione si raccolgono...

Il professore di neurolinguistica austriaco Dietmar Roehm sta utilizzado la spettroscopia nel vicino infrarosso per capire come i bambini bilingui riescano ad elaborare contemporaneamente due diversi sistemi linguistici.
Il neurolinguista, attivo presso l'università di Salisburgo, sostiene che questa tecnologia è in grado di rilevare molto accuratamente i processi di elaborazione del linguaggio. La sua ricerca è stata resa possibile dal fatto che l'università si è recentemente dotata di un macchinario...

Le persone autistiche adulte sono in grado di risolvere alcuni problemi di comprensione linguistica tipici della loro infanzia. Lo rivela una ricerca realizzata dal centro di ricerca statunitense John Hopkins Medicine, secondo la quale i cervelli di alcuni adulti con autismo riescono a compensare i problemi di elaborazione del linguaggio con altre strategie.
Precedenti ricerche hanno messo in evidenza come i bambini autistici abbiano problemi a distinguere coppie di parole che non hanno nessuna relazione immediata come orologio e rana (in inglese "clock" e "frog") da quelle con una relazione più stretta come neonato e biberon (in inglese "baby" e "bottle"). Tale problema renderebbe...

Un gruppo di ricerca formato da scienziati dell'università giapponese di Tohoku (Tohoku University) e quella statunitense dell'Ohio (Ohio University) ha sviluppato una ricerca per analizzare come si sia evoluto il sistema dei colori della lingua giapponese negli ultimi trent'anni.
I ricercatori hanno chiesto a 52 madrelingua giapponesi di nominare 320 esempi di sfumature di colori diversi usando singoli lemmi senza la possibilità di aggiungere elementi chiarificatori come "chiaro", "scuro" o altri aggettivi. L'analisi statistica ha permesso ai ricercatori di individuare ben...

Un gruppo di ricerca statunitense guidato dallo psicologo Michael Frank ha utilizzato un nuovo approccio statistico per capire se le abilità grammaticali degli esseri umani siano innate o se, invece, si sviluppino con il tempo e la pratica. I ricercatori, tutti attivi presso la celebre università statunitense di Stanford (Stanford University), sono arrivati alla conclusione che i bambini di età fino a due anni sviluppano le proprie abilità grammaticali in base alla seconda delle due teorie.
Secondo gli studiosi la competenza grammaticale dei bambini si sviluppa gradualmente. Il suo sviluppo, in particolare, subirebbe un accelerazione dopo il ventiquattresimo mese...

L'eccessiva semplificazione del linguaggio della politica messa in atto dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump prima in campagna elettorale e poi durante le prime settimane del suo mandato potrebbe rappresentare un serio rischio per la democrazia. A sostenerlo è il linguista svizzero Jacques Savoy dell'Università di Neuchatel che teme che il linguaggio della politica vada sempre più nella direzione della brevità e dell'estrema semplificazione imposta dai messaggi di Twitter. 
La ricerca, pubblicata sul portale Digital Scholarship in the Humanities, ha analizzato e quantificato le enormi differenze di stile dei candidati alle elezioni presidenziali statunitensi...

I genitori che rispondono spesso al telefono cellulare in presenza di bambini molto piccoli possono pregiudicare le loro abilità linguistiche. Lo riferisce la ricercatrice statunitense Kathy Hirsh-Pasek, direttrice del Temple University Infant and Child Laboratory di Filadelfia, che conduce da diversi anni una serie di ricerche in merito.
In un'intervista rilasciata al portale KPCC, la Hirsh-Pasek ha spiegato che le frequenti risposte al telefono creerebbero delle interruzioni nella tipica dinamica di interazione tra genitore e bambino. Tale dinamica presuppone che il bambino, almeno nei primissimi anni di vita, possa far riferimento...

Uno studio condotto da un gruppo di ricerca internazionale guidato dall'università neozelandese di Waikato (University of Waikato) dimostrerebbe che gli individui bilingui o plurilingui sono linguisticamente più creativi.
Secondo la ricerca gli individui bilingui e plurilingui avrebbero infatti maggiori capacità di creare associazioni analogiche, associazioni di pensiero che rappresentano una delle caratteristiche dominanti del pensiero creativo. In particolare, la ricerca dimostrerebbe che gli individui plurilingui hanno maggiori abilità creative nell'esecuzione di determinati compiti.
I ricercatori hanno coinvolto nella loro sperimentazione 117 individui adulti...

Un gruppo di linguisti dell'università statunitense del New Mexico (University of New Mexico) ha avviato un progetto di ricerca per analizzare come si sia evoluto il linguaggio del rap negli ultimi vent'anni. I ricercatori hanno provato, in particolare, a capire se il rap degli artisti statunitensi degli ultimi anni presenti le stesse questioni socioeconomiche al centro del lavoro di artisti come Tupac Shakur, un celebre rapper morto nel 1996 e ancora molto influente sulla scena rap mondiale che ha dedicato molta attenzione a temi come la violenza di strada, il razzismo e la diffusione delle armi negli Stati Uniti. "Volevamo dimostrare - ha spiegato...

Pagina 1 di 22

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.