Login

Un gruppo di ricerca dell'università di Vienna sta utilizzando dei modelli utilizzati dalla fisica della diffusione per sistemi complessi per cercare di capire come si siano diffuse le lingue lungo l'asse spazio-temporale.
In particolare i ricercatori stanno applicando i modelli conosciuti come automi cellulari all'analisi dell'evoluzione della lingua slovena Carinzia, una regione dell'Austria meridionale confinante con il Friuli Venezia-Giulia e la Slovenia. 
Sotto il concetto interdisciplinare di fisica della diffusione si raccolgono...

Sebbene l'applicazione di modelli computazionali possa fornire dati sempre più accurati per lo studio dell'evoluzione dei sistemi linguistici, il ruolo di linguisti esperti in carne ed ossa resta determinante. È questa la conclusione di uno studio realizzato dal centro di ricerca tedesco Max-Planck-Insitute für Menschheitsgeschichte.
L'analisi di grandi banche dati relative allo sviluppo storico delle lingue, infatti, può solo essere condotta manualmente da esperti storici della lingua, secondo i tre ricercatori che hanno realizzato la ricerca e cioè Johann-Mattis List, Simon Greenhill e Russell Gray.
Il gruppo di ricerca ha testato le capacità di differenti sistemi...

Il linguista-antropologo Mark A. Sicoli ha condotto una ricerca per cercare di capire come e quando siano migrate le prime popolazioni nelle Americhe. Secondo quano riferisce il sito Phys.org, il ricercatore si è avvalso della tecnologia dei big data per studiare la diversità delle lingue delle prime popolazioni che hanno raggiunto il territorio americano e creare dei collegamenti utili per capire il modo in cui questi insediamenti si sono configurati. 
Sicoli, che insegna presso l'università della Virginia (University of Virginia), ritiene che i collegamenti tra i diversi ceppi linguistici delle Americhe siano più complessi di quanto...

Perché gli esseri umani parlano attualmente oltre 7mila lingue? Perché queste lingue non sono distribuite in modo uniforme sulla terra? A queste due centrali domande della linguistica ha provato a rispondere un gruppo di ricerca internazionale, coordinato dall'università statunitense del Colorado (Colorado State University), attraverso l'utilizzo di un modello di simulazione informatica. 
Allo sviluppo della ricerca, che è stata pubblicata sulla rivista internazionale Global Ecology and Biogeography, hanno preso parte linguisti, geografi, antropologi e biologi provenienti da...

Un gruppo di ricercatori dell'Università di Zurigo ha dimostrato attraverso una ricerca basata su dati statistici che il cervello di coloro che parlano una determinata lingua tende a semplificare le sue strutture nel corso del tempo. Il sistema dei casi, ad esempio, secondo i ricercatori elvetici è una tipica struttura complessa che tende a semplificarsi o a essere completamente eliminata nel...

Uno studio condotto dall'università britannica di York e le università italiane di Ferrara, Modena e Reggio Emilia ha stabilito che la lingua è un migliore strumento della distribuzione geografica della popolazione per stabilire le differenze genetiche. 
Il progetto di ricerca, che è stato coordinato dal professor Giuseppe Longobardi del Dipartimento delle scienze del linguaggio della University of York, ha stabilito legami...

Un gruppo di ricercatori britannici e statunitensi riuniti sotto la guida del Santa Fe Institute, centro di ricerca privato localizzato nella città omonima nel Nuovo Messico, Stati Uniti, e della University of Reading con sede nel Regno Unito ha sviluppato una tecnologia statistica che permetterebbe di individuare con maggiore esattezza quando sono storicamente avvenuti i cambiamenti fonetici di una determinata lingua. In particolare, la tecnologia messa a punto dal gruppo di ricerca mira a individuare il periodo storico più o meno esatto in cui un fonema dovrebbe aver subíto una trasformazione all'interno di molte parole di una stessa lingua...

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.