Login

L'italiano è la quarta lingua straniera più richiesta dai datori di lavoro francesi. A rivelarlo è il rapporto "Langues et employabilité (LEMP)" pubblicato dal centro di ricerca transalpino Centre d'Etudes et de Recherches sur les Qualifications e finanziato dalla Commissione Europea. 
Il rapporto, che analizza le esigenze delle aziende francesi rispetto alle competenze linguistiche del personale, rivela anche che un'impresa su due cerca sempre...

Lo scorso 16 febbraio la Provincia autonoma di Bolzano ha presentato i risultati di un progetto CLIL della durata di due anni. L'assessore provinciale Philipp Achammer, che ha recentemente avviato un piano per migliorare qualità dell'insegnamento linguistico nelle scuole di lingua tedesca e per sostenere il plurilinguismo altoatesino, ha presentato il progetto sostenendo che la maggioranza degli studenti e dei genitori è a favore di questa metodologia di insegnamento e la sostiene. Abbiamo chiesto alla coordinatrice del progetto, la Professoressa di linguistica e glottologia presso l'Università di Roma Tor Vergata, Stefania Cavagnoli, di raccontarci come è andato il progetto e di fare il punto della situazione sull'applicazione del CLIL nel sistema scolastico italiano.

Secondo un sondaggio realizzato dall'azienda di ricerche di mercato polacca TNS oltre il 38 per cento dei polacchi parla fluentemente almeno una lingua straniera. Il 15 per cento, inoltre, è in grado di parlarne almeno due, mentre solo il 3 per cento ne padroneggia tre. Tra i ventenni la percentuale di coloro che parla almeno una lingua è pari al 47 per cento, mentre per i trentenni tale cifra si abbassa di soli due punti fino al 45 per cento. 
Inglese, russo e tedesco sono...

La giunta regionale del Trentino-Alto Adige ha stanziato un fondo da 650mila euro per borse di studio per studenti delle scuole superiori che vogliano realizzare un soggiorno studio per l'apprendimento linguistico all'estero. Il fondo finanzierà 80 borse di studio per soggiorni in Germania, Austria, Gran Bretagna, Irlanda e Francia nell'anno scolastico 2016-17. La giunta ha specificato che le borse di studio serviranno per coprire, le spese di vitto e alloggio, tasse e...

Secondo le più recenti statistiche pubblicate dal Census Bureau, l'Ufficio del censimento statunitense, nel 2014 circa 62,3 milioni di residenti negli Stati Uniti, circa il 21 per cento della popolazione, hanno parlato una lingua diversa dall'inglese a casa. Si tratta di 16,2 milioni in più rispetto al 2000, 3,6 milioni rispetto al 2010 e 1,4 milioni rispetto al solo 2013. Secondo il rapporto, inoltre, il numero di coloro che parlano una lingua straniera è più che raddoppiato dal 1990 e quasi triplicato...

Secondo VII rapporto dell'Osservatorio nazionale sull'internazionalizzazione delle scuole e la mobilita' studentesca promosso dalla Fondazione Intercultura, solo il 18 per cento degli insegnanti della scuola italiana ha svolto esperienza di insegnamento all'estero o hanno contatti con istituzioni scolastiche internazionali. Secondo quanto riferisce l'agenzia AGI, gli autori del rapporto hanno invervistato 480 insegnanti e 63 presidi di scuole secondarie di secondo grado. Circa il 60 per cento degli...

Nella circolare 28710 emanata dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR), pubblicata dal portale Orizzonte Scuola, sono stati definiti i criteri per l'organizzazione dei corsi di discipline non linguistiche con metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning) nell'ambito della scuola secondaria. 
Nella circolare il MIUR, oltre a definire tempistiche e strutture...

Un gruppo di ricerca dell'università tedesca Ludwig-Maximilians-Universität München (LMU) ha avviato un progetto di ricerca per provare a spiegare le ragioni per cui coloro che parlano una lingua straniera, seppur in grado di riconoscere gli errori di pronuncia di altri parlanti, non sono in grado di correggere i propri. 
I ricercatori del dipartimento di fonetica della LMU intendono capire per quali ragioni, nonostante molti conoscano e pratichino una lingua straniera da diversi...

Il testo del decreto legge per la riforma La Buona Scuola che il governo Renzi ha trasmesso ieri alle Camere non fornisce molti elementi per capire come si intenda effettivamente rafforzare l'italiano per stranieri e l'inglese nel sistema educativo italiano. Il testo, pubblicato dal sito Orizzonte Scuola, contiene infatti solo due piccoli articoli relativi a italiano per stranieri e inglese che lasciano aperti molti degli interrogativi che avevamo sottoposto precedentemente all'ufficio stampa del Miur, che ci aveva risposto di aspettare la diffusione del testo del decreto.
Nell'articolo due del testo il governo dice...

Secondo un rapporto della società britannica Higher Education Statistics Agency, è calato del sei per cento il numero degli studenti universitari del Regno Unito che si è iscritto alle facoltà di lingue straniere nell'anno accademico 2013-14. Tale dato rappresenta l'unico segno negativo insieme a quello relativo alle iscrizioni alle facoltà di architettura (-21 per cento) di tutto il rapporto. Il dato include anche il numero degli studenti iscrittisi a facoltà di anglistica, anch'esso ...

Pagina 2 di 3

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.