Login

L'Italia dispone di una politica linguistica? Il governo dovrebbe intervenire in maniera più incisiva sulle principali questioni linguistiche del nostro paese? Qual è il ruolo di organismi come l'Accademia della Crusca e la Società Dante Alighieri? A queste e altre domande ha risposto il celebre linguista e storico della lingua italiana Luca Serianni, con il quale abbiamo anche parlato della questione dell'italiano nei corsi magistrali del Politecnico di Milano, di scuola e dell'appello dei 600, dell'italiano nella pubblica amministrazione, dell'affermazione della lingua di genere e del declino presunto o reale della nostra lingua.

L'amministrazione regionale delle Sardegna intende selezionare un'organizzazione senza fini di lucro per la realizzazione di realizzazione di piani regionali per la formazione civico linguistica dei cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale. A questo proposito la Regione ha emesso un avviso in cui viene specificato che potranno aderire gli organismi di diritto privato senza fini di lucro, associazioni e Onlus, dotati di adeguata capacità tecnica...

La scorsa settimana il presidente del Consorzio ICoN, un consorzio di università italiane che ha lo scopo di promuovere e diffondere la lingua italiana attraverso piattaforme di e-learning, ha svolto un'audizione in Senato per esprimere le proprie valutazioni sullo stato attuale della diffusione della lingua italiana nel mondo e ha auspicato che il mondo accademico italiano possa "fare sistema". Abbiamo chiesto a Tavoni cosa intendesse esattamente per fare sistema e quali fossero le prospettive di una maggiore apertura verso forme di collaborazione.

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.