Login

L'eccessiva semplificazione del linguaggio della politica messa in atto dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump prima in campagna elettorale e poi durante le prime settimane del suo mandato potrebbe rappresentare un serio rischio per la democrazia. A sostenerlo è il linguista svizzero Jacques Savoy dell'Università di Neuchatel che teme che il linguaggio della politica vada sempre più nella direzione della brevità e dell'estrema semplificazione imposta dai messaggi di Twitter. 
La ricerca, pubblicata sul portale Digital Scholarship in the Humanities, ha analizzato e quantificato le enormi differenze di stile dei candidati alle elezioni presidenziali statunitensi...

Un gruppo di ricercatori dell'università britannica Queen Mary University of London (QMUL) ha condotto un progetto di ricerca che ha verificato come la lingua che viene utilizzata su twitter possa dire molto sugli orientamenti politici dei propri utenti. I ricercatori hanno preso in esame un gran numero di tweet inviati da diversi esponenti politici statunitensi sia democratici che repubblicani sui propri account ufficiali nel periodo compreso tra il 15 e il 30 giugno del 2014. L'analisi dei...

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.