Login

Gli stranieri che raggiungono un alto livello di competenza in lingua italiana sono anche in grado di pensare in italiano e, conseguentemente, di utilizzare la nostra ben nota gestualità. Sono queste le conclusioni di uno studio condotto da un ricercatore danese che ha testato la capacità di alcuni studenti di lingua italiana suoi connazionali di apprendere a gesticolare come gli italiani.
Secondo quanto riferisce il portale locale CPH Post Online, il ricercatore Bjørn Wessel-Tolvig ha verificato come gli studenti di lingua straniera con un alto livello di competenza siano in grado...

Chiunque si sia cimentato con l'insegnamento linguistico a studenti giapponesi, e più in generale a studenti asiatici, è ben consapevole della loro reticenza a parlare ed esprimersi spontaneamente in classe, anche in presenza di attività didattiche mirate allo sviluppo del parlato e delle competenze comunicative. Fino ad oggi, tuttavia, nessuno aveva provato a dare una spiegazione di carattere scientifico sulle ragioni per cui i giapponesi sono così riluttanti ad esprimersi in una seconda lingua. 
A fornire chiarimenti di carattere scientifico in materia ci ha pensato uno studioso dell'università britannica di Leicester (University of Leicester), il professore Jim King, che ha appena condotto...

Le associazioni di insegnanti di italiano come lingua seconda Riconoscimento Nazionale, Apidis e Ilsa sono tornate a chiedere con forza che il MIUR modifichi i requisiti d'accesso per la classe di concorso A23 istituita lo scorso anno. Secondo le tre associazioni, infatti, i requisiti attuali escluderebbero circa 10.000 tra formatori universitari, tutor di master, collaboratori linguistici delle università, esperti esterni della scuola e dei CPIA, ricercatori e autori di testi di didattica e manuali. 
In una lettera inviata al MIUR le tre associazioni hanno segnalato come molti di questi potenziali insegnanti abbiano già avviato dei ricorsi contro...

Dal luglio del 2015 è attivo SÌT, un social network per chi vuole imparare e insegnare l’italiano a stranieri. A detta dei suoi creatori, Sìt è ideale per integrare, approfondire e analizzare gli argomenti trattati in classe, oppure per permettere agli studenti di imparare da soli e soddisfare le proprie esigenze linguistico-culturali, mettendoli in condizione di sfruttare le proprie strategie e capacità cognitive, in un ambiente multimediale, interattivo e cooperativo. 
Abbiamo chiesto ad uno dei fondatori della piattaforma, Gennaro Falcone, di spiegarci le diverse possibilità offerte dalla stessa e di come studenti e insegnanti possano effettivamente interagire.

L'Università per Stranieri di Siena ha aperto le iscrizioni al primo MOOC italiano per l'insegnamento della lingua italiana a stranieri. Il corso sarà completamente gratutito e avrà come titolo “Introduction to Italian”. Il corso, inoltre, sarà destinato a utenti di livello A1 e inzierà il prossimo 16 Maggio. Questo MOOC è stato curato dal professor Villarini, esperto di piattaforme e-learning e corsi di lingua online, insieme a un gruppo di lavoro dell’Università per Stranieri composto da docenti di italiano, ricercatori di glottodidattica e di linguistica italiana, curatori di materiali didattici e video. Gli abbiamo chiesto di raccontarci come è nato e si è sviluppato il progetto e di analizzare il futuro dei MOOC nel panorama dell'insegnamento linguistico.

Anche il Piemonte, dopo la Sardegna, cerca manifestazioni d'interesse per piani regionali di formazione civico linguistica di cittadini stranieri. Le domande potranno essere presentate entro il prossimo 22 febbraio. La Regione Piemonte si candiderà come soggetto capofila delle attività previste dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 del...

L'amministrazione regionale delle Sardegna intende selezionare un'organizzazione senza fini di lucro per la realizzazione di realizzazione di piani regionali per la formazione civico linguistica dei cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale. A questo proposito la Regione ha emesso un avviso in cui viene specificato che potranno aderire gli organismi di diritto privato senza fini di lucro, associazioni e Onlus, dotati di adeguata capacità tecnica...

La classe di concorso per insegnanti di italiano per stranieri è finalmente diventata realtà. Le bozze del decreto e delle tabelle con i requisti attualmente in circolazione, tuttavia, presentano più di un aspetto controverso, soprattutto per ciò che riguarda le possibilità reali di accesso al concorso da parte di migliaia di insegnanti con qualifiche e certificazioni per questo tipo di insegnamento. 
In attesa di conoscere il testo finale e le tabelle ufficiali del decreto, chiediamo alla portavoce e leader dell'associazione Riconoscimento Nazionale Laura Cambriani una valutazione di quanto emerso finora in merito alla classe di concorso.

È stato approvato ieri sera dal Consiglio dei ministri il decreto del presidente della Repubblica per la definizione delle nuove classi di concorso insegnanti tra cui quella per insegnati di lingua italiana per stranieri. L'approvazione del decreto era prevista per venerdì 18, quando era stato messo in ordine del giorno in seconda lettura. 
Il decreto presidenziale recante disposizioni per la razionalizzazione...

Pagina 1 di 3

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.