Login

Un gruppo di ricerca statunitense guidato dallo psicologo Michael Frank ha utilizzato un nuovo approccio statistico per capire se le abilità grammaticali degli esseri umani siano innate o se, invece, si sviluppino con il tempo e la pratica. I ricercatori, tutti attivi presso la celebre università statunitense di Stanford (Stanford University), sono arrivati alla conclusione che i bambini di età fino a due anni sviluppano le proprie abilità grammaticali in base alla seconda delle due teorie.
Secondo gli studiosi la competenza grammaticale dei bambini si sviluppa gradualmente. Il suo sviluppo, in particolare, subirebbe un accelerazione dopo il ventiquattresimo mese...

Il quotidiano statunitense San Francisco Examiner ha annunciato in un articolo che inizierà ad adottare in modo sistematico l'uso del pronome "they" nella sua accezione diffusasi recentemente negli Stati Uniti di pronome personale neutro singolare in sostituzione del maschile "he" e del femminile "she" per indicare persone che non accettano la tradizionale visione binaria dei sessi. 
La direzione del quotidiano ha comunicato che da oggi in poi alle persone intervistate verranno chieste non solo informazioni personali o dettagli relativi alle loro storie, ma anche con...

Non di rado accade che le persone si tatuino o si facciano tatuare sulla pelle parole e frasi che contengono errori di ortografia o grammatica. Ciò accade maggiormente in paesi o aree geografiche con bassi livelli di scolarizzazione e assai difficilmente le persone che portano questi tatuaggi hanno poi la possibilità di pagare un tatuatore o un chirurgo plastico per porre rimedio. In molti casi poi le persone non ricorrono all'ausilio di tatuatori professionisti, che controllano quasi sempre la correttezza di frasi e parole da tatuare, e propendono...

Avete inviato una candidatura per un posto di lavoro e non avete fatto attenzione a eventuali errori di ortografia nel curriculum e nella lettera di presentazione? Le possibilità che la vostra candidatura venga cestinata è di tre volte superiore rispetto alle candidature senza errori ortografici. A rivelarlo è la professoressa francese Christelle Martin Lacroux che opera presso il centro di ricerca Groupe de Recherche en Management dell'Università di Tolone e che studia da diversi anni le conseguenze della cattiva ortografia in diversi ambiti...

Julie Boland, professoressa di linguistica e psicologia dell'università statunitense University of Michigan, ha condotto una ricerca che intende dimostrare come la nostra reazione agli errori di ortografia commessi da altri sia strettamente legata alla nostra personalità.
Nella ricerca la Boland ha esaminato i giudizi espressi da 83 persone diverse su errori di ortografia commessi in testi contenuti in e-mail e scritti da persone...

Una nuova ricerca condotta da un gruppo internazionale di linguisti ha provato a dimostrare come le regole di grammatica non sempre siano così chiare come comunemente si crede e come spesso i grammatici e gli esperti di sintassi tendano ad utilizzare poco le "zone grigie" della grammatica nelle loro ricerche. Per "zona grigia" si intende un'area intermedia in cui le frasi non sono al 100 per cento corrette o sbagliate. 
Secondo quanto riportato dal portale Science gli autori della ricerca...

Alcuni ricercatori del celebre centro di ricerca statunitense Massachusetts Institute of Technology (MIT) hanno svolto una ricerca che intende dimostrare come in ogni lingua i parlanti preferiscano tenere vicini gli elementi che hanno una stretta correlazione grammaticale. 
Gli scienziati del MIT hanno analizzato ben 37 lingue e hanno dimostrato come ognuna di esse tenda verso una minimizzazione della dipendenza dalla lunghezza (dependency length minimization – DLM), verso una riduzione cioè della distanza tra due parole che abbiano una relazione grammaticale molto stretta all'interno di una...

Un gruppo di ricercatori dell'Università di Zurigo ha dimostrato attraverso una ricerca basata su dati statistici che il cervello di coloro che parlano una determinata lingua tende a semplificare le sue strutture nel corso del tempo. Il sistema dei casi, ad esempio, secondo i ricercatori elvetici è una tipica struttura complessa che tende a semplificarsi o a essere completamente eliminata nel...

A circa tre mesi di distanza dalla creazione del sito "DICO – Dubbi sull’Italiano Consulenza Online" abbiamo chiesto a uno dei suoi due creatori, il professore di Linguistica italiana presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne (DICAM) dell'Università di Messina Fabio Rossi, di tracciare un primo bilancio. Nonostante alcune difficoltà iniziali dovute alla visibilità del sito, il portale DICO si presenta come un'ottima soluzione per chi cerchi di riflettere sulla lingua e sui suoi usi e non cerchi invece semplici soluzioni di carattere normativistico.

La nuova edizione del dizionario dell'Accademia svedese, che uscirà il prossimo 15 aprile, conterrà una lista di vocaboli politicamente corretti da raccomandare in sostituzione di parole come "neger" e "zigenare" (in italiano negro e zingaro). La lista contiene circa 100 parole per cui è indicata un'alternativa ritenuta non offensiva per le categorie sociali o i gruppi etnici rappresentati da tali parole. 
Tra le grandi novità di questa nuova edizione del dizionario figura quella dell'introduzione del pronome personale neutro "hen" che si aggiunge al maschile e...

Pagina 1 di 2

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.