Login

Martedì, 31 Maggio 2016 07:25

L'inglese sarà lingua franca dell'UE anche in caso di Brexit? Lo abbiamo chiesto al professor Ruggiano dell'Università di Messina

Il prossimo 23 giugno i cittadini del Regno Unito saranno chiamati a scegliere se il proprio paese debba restare o meno nell'Unione Europea. Quali potrebbero essere le conseguenze per il difficile multilinguismo dell'Unione se la Gran Bretagna decidesse di voltare le spalle all'Europa continentale? L'inglese continuerebbe comunque ad essere la lingua più usata dalle istituzioni di Bruxelles e ad essere di fatto la lingua franca delle burocrazie e dei governi? Lo abbiamo chiesto a Fabio Ruggiano, docente di storia della lingua italiana dell'Università di Messina.

Leggi tutto...
Lunedì, 30 Maggio 2016 18:41

Errori di ortografia decisivi per bocciatura di candidature per posti di lavoro

Avete inviato una candidatura per un posto di lavoro e non avete fatto attenzione a eventuali errori di ortografia nel curriculum e nella lettera di presentazione? Le possibilità che la vostra candidatura venga cestinata è di tre volte superiore rispetto alle candidature senza errori ortografici. A rivelarlo è la professoressa francese Christelle Martin Lacroux che opera presso il centro di ricerca Groupe de Recherche en Management dell'Università di Tolone e che studia da diversi anni le conseguenze della cattiva ortografia in diversi ambiti...

Leggi tutto...
Lunedì, 30 Maggio 2016 07:56

Studio: ripetere suoni aiuta bambini fino a 18 mesi ad acquisire nuove parole

Una ricerca condotta da ricercatori dell'universita scozzese di Edinburgo (University of Edinburgh) ha dimostrato che la ripetizione di parole con sillabe ripetute favorisce l'acquisizione di nuovi vocaboli in bambini di età fino a 18 mesi. 
La ricerca intende spiegare, ad esempio, come mai parole come "train" e "night" (in italiano treno e notte) abbiano dato vita a nuove versioni delle due parole con sillabe ripetute come come "choo-choo" e "night-night". Secondo gli scienziati scozzesi le nuove formule sono più facili da imparare per i bambini e costituiscono il punto di partenza per la costituzione del proprio...

Leggi tutto...
Lunedì, 30 Maggio 2016 05:26

World Wide Web Consortium sviluppa nuovi standard per sottotitolaggio di video online

Il World Wide Web Consortium (W3C), un'organizzazione non governativa internazionale che sviluppa standard tecnici globali per la rete Internet, ha pubblicato nuove linee-guida per la standardizzazione del sottotitolaggio.
I nuovi standard, denominati TTML Profiles for Internet Media Subtitles and Captions 1.0 (IMSC1), sono stati concepiti per rendere più agevole e a basso costo l'offerta globale di video online con sottotitoli per non udenti e contenenti traduzioni in altre lingue.
"Prima di questi nuovi standard – ha dichiarato...

Leggi tutto...
Sabato, 28 Maggio 2016 17:10

Ricerca: 80% degli statunitensi non parla lingue straniere

Un gruppo di ricerca dell'università statunitense Penn State ha ricevuto l'incarico di condurre uno studio per conto dell'ente pubblico American Academy of Arts & Sciences’ (AAAS) Commission on Language Learning per valutare le conseguenze del multilinguismo sulla società degli Stati Uniti. Lo studio era stato a sua volta commissionato all'AAAS dal Congresso statunitense. 
In base ai dati preliminari raccolti dai ricercatori circa l'80 per cento degli...

Leggi tutto...
Sabato, 28 Maggio 2016 14:05

Gestore di siti per sottotitolaggio amatoriale rischia il carcere in Svezia

Il gestore di Undertexter.se, un sito svedese che ospitava sottotitoli amatoriali per serie televisive e film, potrebbe subire una severa condanna da parte delle autorità giudiziarie svedesi e sarebbe destinato al carcere. Lo riferisce infojustice.org, un sito statunitense che discute temi relativi alla proprietà intellettuale e che si batte per una maggiore condivisione di beni legati alla conoscenza (dall'inglese "knowledge-based goods").
Il sito Undertexter.se, chiuso dalla polizia svedese nel luglio del 2013, offriva 

Leggi tutto...
Sabato, 28 Maggio 2016 07:48

Associazione Italiana Dislessia diffonde questionario per studenti universitari con DSA

L'Associazione Italiana Dislessia (AID) ha diffuso un questionario per raccogliere dati su studenti universitari con disturbi specifici dell'appprendimento (DSA). La raccolta dei dati viene effettuata in vista di un incontro che l'ADI terrà con la il Consiglio Nazionale Università Delegati Disabilità (CNUDD) per discutere su come possa essere garantito il diritto allo studio a tutti gli studenti con DSA. 
Secondo l'associazione il percorso...

Leggi tutto...
Venerdì, 27 Maggio 2016 06:40

Lingua inglese, nel Regno Unito si perdono accenti regionali

La lingua inglese parlata nel Regno Unito si sta sempre più uniformando a quella parlata nella regione di Londra e del sud-est del paese. A rivelarlo è uno studio condotto da ricercatori della celebre università di Cambridge (University of Cambridge), che è stato basato sui dati raccolti da una nuova app per il monitoriaggio dei dialetti sviluppata recentemente dalla stessa università e dall'università svizzera di Berna (Universität Bern) e di cui avevamo già parlato su questo sito lo scorso gennaio
L'applicazione, a detta del gruppo di ricerca, è stata...

Leggi tutto...
Mercoledì, 25 Maggio 2016 11:32

Perché i bambini confondono le parole? Prova a scoprirlo gruppo di ricerca del MIT

Un gruppo di ricerca del celebre centro di ricerca statunitense Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha condotto uno studio per capire per quali ragioni i bambini spesso confondano la disgiunzione "o" con la congiunzione "e" e più in generale le parole.
Gli studiosi hanno provato a capire, ad esempio, perché quando ai bambini venga imposto di scegliere come dolce tra una torta o un gelato, questi insistano per avere entrambi, ignorando di fatto...

Leggi tutto...
Mercoledì, 25 Maggio 2016 08:15

Ricerca statunitense sottolinea importanza di esposizione alla lingua nei primi mesi di vita dei neonati

Una nuova ricerca condotta da psicologi statunitensi conferma che parlare ai neonati già dai primi giorni di vita permette loro di sviluppare meglio le proprie capacità cognitive. Lo studio, pubblicato dalla Northwestern University, sottolinea l'importanza di una consistente esposizione precoce a stimoli linguistici e indica nell'esperienza la chiave per capire come i neonati acquisiscano la capacità di formare categorie e sviluppare processi cognitivi.
"La nostra ricerca – ha dichiarato la coordinatrice del progetto Sandra...

Leggi tutto...

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.