Login

Giovedì, 31 Marzo 2016 12:07

Ricerca: personalità influenza come reagiamo agli errori di ortografia e grammatica

Julie Boland, professoressa di linguistica e psicologia dell'università statunitense University of Michigan, ha condotto una ricerca che intende dimostrare come la nostra reazione agli errori di ortografia commessi da altri sia strettamente legata alla nostra personalità.
Nella ricerca la Boland ha esaminato i giudizi espressi da 83 persone diverse su errori di ortografia commessi in testi contenuti in e-mail e scritti da persone...

Leggi tutto...
Giovedì, 31 Marzo 2016 11:24

Germania, Maximilian e Sophie sono i nomi più popolari anche nel 2015

Maximilian e Sophie si confermano come i nomi più popolari per i nuovi nati in Germania anche nel 2015. Il centro di ricerca Gesellschaft für deutsche Sprache e. V. ha pubblicato le statistiche relative alla scelta dei nomi di battesimo per i neonati del 2015. Secondo tali cifre, i nomi maggiormente popolari, rispettivamente per il sesso femminile e maschile, sono Maximilian e Sophie. Se il primo è stato scelto per oltre l'1,52 per cento dei neonati del 2015, il secondo ha raggiunto addirittura una percentuale del 3,20 per cento. Nel 2014...

Leggi tutto...
Giovedì, 31 Marzo 2016 07:17

Ricerca: anche i ciechi acquisiscono il linguaggio dei gesti imparando a parlare

Secondo una ricerca condotta da alcuni scienziati dell'università statunitense Georgia State University gli adulti che sono ciechi fin dalla nascita utilizzano la stessa gestualità di adulti vedenti. Lo studio, intitolato “Is Seeing Gesture Necessary to Gesture Like A Native Speaker?”, è stato pubblicato sulla rivista scientifica Psychological Science. 
Gli scienziati hanno analizzato il comportamento linguistico e la gestualità di individui adulti e ciechi dalla nascita di lingua inglese e turca. I loro gesti sono poi stati messi...

Leggi tutto...
Giovedì, 31 Marzo 2016 00:27

Ritrovata stele del VI secolo a.C. con nuovi elementi di lingua etrusca

Una stele etrusca con interessanti elementi di carattere linguistico è stata ritrovata presso il sito archeologico di Poggio Colla, in provincia di Firenze. A rivelarlo è stata l'università statunitense Southern Methodist University che è il principale sponsor del progetto Mugello Valley Archeological Project, che cura la gestione del sito. 
Il responsabile del ritrovamento, l'archeologo Gregory Warden, retiene che il testo inciso nella stele sia con molta probabilità un testo sacro e che esso possa gettare ulteriore luce su quali...

Leggi tutto...
Mercoledì, 30 Marzo 2016 16:05

Ricercatori italiani sperimentano micro-stimolazione cerebrale per migliorare capacità di lettura di bambini dislessici

Un gruppo di ricercatori provenienti dal Reparto Neuropsichiatria Infantile dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e dal Laboratorio di Stimolazione Cerebrale della Fondazione Santa Lucia sta sperimentando una stimolazione cerebrale elettrica per migliorare le capacità di lettura di bambini dislessici. Secondo quanto riferisce l'Ansa, la micro-stimolazione elettrica sarebbe non invasiva e a bassissima intensità, al punto da non essere neanche percepita dai soggetti su cui è stata...

Leggi tutto...
Mercoledì, 30 Marzo 2016 05:55

Completata prima traduzione italiana del Talmud

La prima traduzione in lingua italiana del Talmud, uno dei testi sacri dell'ebraismo, è stata appena completata. Lo riferisce il quotidiano israeliano Times of Israel secondo il quale il progetto di traduzione era stato avviato nel 2011 e finanziato con cinque milioni di euro da parte del governo italiano.
Al progetto, che è stato coordinato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dall'Unione delle Comunità Ebraiche italiane, hanno preso parte diverse dozzine di traduttori, linguisti, filologi,...

Leggi tutto...
Lunedì, 28 Marzo 2016 14:41

Ricercatori statunitensi individuano espressione facciale universale per il disaccordo

Un gruppo di ricercatori dell'università statunitense Ohio State University ha identificato un'espressione facciale universale che esprime la frase "non sono d'accordo". Gli scienziati, che hanno definito questa espressione del viso come "not face", hanno verificato in via sperimentale come essa sia comune a parlanti nativi di lingua inglese, spagnola, cinese e della lingua dei segni americana. L'espressione facciale in questione consiste nell'aggrottare le sopracciglia, pressare leggermente le labbra e...

Leggi tutto...
Giovedì, 24 Marzo 2016 07:27

Linguista asiatico nega discriminazione di ricercatori non-madrelingua inglese nel panorama scientifico internazionale

Gli articoli scientifici scritti in inglese da ricercatori che non sono di madrelingua inglese sono veramente discriminati all'interno della comunità scientifica internazionale? Secondo una teoria diffusa in molti ambienti accademici di università la cui lingua non è l'inglese sarebbe proprio così e il livello non proprio eccelso dell'inglese con cui sono scritti molti articoli di ricercatori non madrelingua inglese pregiudicherebbe spesso il buon lavoro scientifico alla base degli stessi articoli. A smentire questa vulgata arriva uno studio di Ken Hyland,...

Leggi tutto...
Mercoledì, 23 Marzo 2016 07:04

Il Regno Unito investe 5 milioni di euro negli studi su bilinguismo e plurilinguismo

La celebre università britannica di Cambridge (University of Cambridge) ha annunciato di aver ricevuto fondi per 4 milioni di sterline (circa 5 milioni di euro) per avviare un progetto di ricerca su bilinguismo e plurilinguismo. I fondi sono stati messi a disposizione dall'ente pubblico Arts and Humanities Research Council (AHRC). 
Il progetto, che sarà denominato "Multilingualism: Empowering Individuals, Transforming Society" e sarà coordinato dal professor Wendy Ayres-Bennett, vedrà la partecipazione...

Leggi tutto...
Martedì, 22 Marzo 2016 06:04

Azienda francese lancia talktalkbnb, il network per chi viaggia e ama le lingue

Lo scorso primo marzo è stato lanciato talktalkbnb, una sorta di Airbnb per chi è alla ricerca di stanze o appartamenti per i propri viaggi e nello stesso tempo per chi è alla ricerca di opportunità per praticare le lingue.
Il sistema è del tutto simile a quello del celebre Airbnb con la differenza che i pernottamenti sono in forma gratuita e l'ospite viene remunerato con la disponibilità di chi viene ricevuto a parlare in lingua straniera. La convenienza per chi mette a disposizione il proprio appartamento...

Leggi tutto...

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.