Login

Ricerca e tecnologia

Un gruppo di linguisti dell'università statunitense del New Mexico (University of New Mexico) ha avviato un progetto di ricerca per analizzare come si sia evoluto il linguaggio del rap negli ultimi vent'anni. I ricercatori hanno provato, in particolare, a capire se il rap degli artisti statunitensi degli ultimi anni presenti le stesse questioni socioeconomiche al centro del lavoro di artisti come Tupac Shakur, un celebre rapper morto nel 1996 e ancora molto influente sulla scena rap mondiale che ha dedicato molta attenzione a temi come la violenza di strada, il razzismo e la diffusione delle armi negli Stati Uniti. "Volevamo dimostrare - ha spiegato...

Vota questo articolo
(0 Voti)

Perché gli esseri umani parlano attualmente oltre 7mila lingue? Perché queste lingue non sono distribuite in modo uniforme sulla terra? A queste due centrali domande della linguistica ha provato a rispondere un gruppo di ricerca internazionale, coordinato dall'università statunitense del Colorado (Colorado State University), attraverso l'utilizzo di un modello di simulazione informatica. 
Allo sviluppo della ricerca, che è stata pubblicata sulla rivista internazionale Global Ecology and Biogeography, hanno preso parte linguisti, geografi, antropologi e biologi provenienti da...

Vota questo articolo
(0 Voti)

Universitas Telefónica, l'organizzazione che cura le iniziative di formazione del gruppo spagnolo delle comunicazioni Telefónica, ha annunciato di aver lanciato un MOOC di introduzione all'apprendimento automatico (Machine Learning). Il corso sarà tenuto in lingua spagnola e sarà completamente gratuito ed aperto a tutti, come del resto lo sono tutti i corsi aperti online su larga scale (Massive Open Online Courses - MOOC).
Il corso offrirà una rapida panoramica su come...

Vota questo articolo
(0 Voti)

Le persone che conoscono la lingua dei segni hanno una migliore visione periferica e migliori tempi di reazione relativamente al campo visivo, indipendentemente dal fatto che siano sorde o meno. Ad affermarlo è un gruppo di ricerca dell'università britannica di Sheffield (University of Sheffield) che ha condotto uno studio che confermerebbe che le persone sorde adulte hanno migliori abilità visive rispetto alle persone udenti.
I ricercatori hanno verificato come gli interpreti delle lingua dei segni, che hanno imparato tale lingua dopo l'infanzia, migliorino in modo...

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il gigante informatico statunitense Microsoft ha annunciato di aver reso pubblico un corpus di dati relativo a traduzioni di conversazioni effettuate in linea. Il corpus contiene dati provenienti da conversazioni tenute da individui bilingui francesi, inglesi e tedeschi. Scopo del corpus è quello di creare degli standard per stabilire come lavori il sistema automatico di traduzione istantanea adottato da Skype o dal traduttore di conversazioni di Microsoft (Microsoft Translator live feature).
Christian Federmann, uno dei programmatori che ha lavorato al corpus, ha spiegato che...

Vota questo articolo
(0 Voti)

L'Università di Pisa ha annunciato che è in procinto di partire la seconda edizione del corso di inglese rivolto a studenti con dislessia evolutiva. Il corso è stato organizzato dal Centro linguistico d’Ateneo (CLi) in collaborazione con lo Sportello DSA e prevede l’utilizzo di tecniche sperimentali volte a favorire gli apprendimenti linguistici in studenti con disturbi specifici dell'apprendimento. 
Le lezioni saranno tenute da due CEL (collaboratori ed esperti linguistici) madrelingua appositamente formati, in collaborazione due ricercatrici di Lingua e Traduzione inglese...

Vota questo articolo
(0 Voti)

La lingua è considerata generalmente più importante del luogo di nascita per definire l'appartenenza di un individuo a una determinata nazione. A stabilirlo è un sondaggio realizzato dal centro di ricerca statunitense Pew Research che provato a capire quali fattori determinino nelle persone la percezione di appartenere a una precisa comunità nazionale. 
Secondo il sondaggio la percentuale di coloro che danno maggiore importanza al luogo di nascita negli Stati Uniti è pari al 32 per cento, mentre in Canada e Australia tale percentuale si abbassa rispettivamente al...

Vota questo articolo
(0 Voti)

Un gruppo di linguisti anglosassoni sta utilizzando twitter per analizzare le variazioni del vocabolario del lessico di circa sette milioni di utenti anglofoni statunitensi. Gli studiosi, provenienti dalle università britanniche di Manchester e Aston e da quella statunitense del South Carolina, hanno sviluppato un'applicazione ribattezzata Great American Word Mapper per effettuare la localizzazione geografica della frequenza di circa 10mila parole di uso comune dell'inglese in un corpus di almeno 8,9 miliardi di parole ricavato a sua volta da 890 milioni di tweet emessi da undici stati degli Stati Uniti fra l'ottobre del 2013 e il novembre...

Vota questo articolo
(0 Voti)

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.