Login

Pubblicato in Ricerca e tecnologia

Linguista statunitense spiega come pronuncia di inglese si sia autoregolata

Sabato, 11 Marzo 2017 16:44 Scritto da 
Il linguista statunitense Mark Aronoff Il linguista statunitense Mark Aronoff Stony Brook University

Il linguista statunitense Mark Aronoff ha condotto una ricerca per dimostrare come la lingua inglese sia molto più autoregolata di quanto comunemente di creda.
La ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica "Language", si è concentrata sulla pronuncia dell'inglese e su come il sistema fonologico di questa lingua si sia in qualche modo autoregolato come quello di inglese, francese e italiano, sebbene a differenza di queste tre lingue l'inglese non disponga di autorità istituzionali che regolano o provano a regolare l'uso della lingua.
Il professore, attivo presso l'università statunitense Stony Brook University, ha analizzato in particolare la pronuncia di quattro suffissi derivazionali e ha dimostrato come questa sia rimasta sostanzialmente coerente nonostante i suoni dei suffissi che, come per molte parole dell'inglese, possono essere pronunciati in modi diversi.
I suffisi in questione sono -ous (in parole come "nervous"), -ic (in parole come "allergic"), -al (in parole come "final") e -y (in parole come "funny"). Per ogni suffisso il linguista statunitense ha analizzato un'ampia serie di documenti scritti in lingua inglese risalenti fino a oltre mille anni fa.
Per maggiori dettagli sullo studio cliccare qui.
© Informalingua

Letto 393 volte

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.