Login

Pubblicato in Ricerca e tecnologia

Ricerca: adulti con autismo possono superare alcuni problemi linguistici dell'infanzia

Domenica, 05 Marzo 2017 09:42 Scritto da 
Il puzzle di nastro colorato è il simbolo della consapevolezza per l'autismo. Il puzzle di nastro colorato è il simbolo della consapevolezza per l'autismo. Wikimedia Commons

Le persone autistiche adulte sono in grado di risolvere alcuni problemi di comprensione linguistica tipici della loro infanzia. Lo rivela una ricerca realizzata dal centro di ricerca statunitense John Hopkins Medicine, secondo la quale i cervelli di alcuni adulti con autismo riescono a compensare i problemi di elaborazione del linguaggio con altre strategie.
Precedenti ricerche hanno messo in evidenza come i bambini autistici abbiano problemi a distinguere coppie di parole che non hanno nessuna relazione immediata come orologio e rana (in inglese "clock" e "frog") da quelle con una relazione più stretta come neonato e biberon (in inglese "baby" e "bottle"). Tale problema renderebbe loro problematica l'elaborazione della lingua scritta e parlata. Gli scienziati che avevano sviluppato questi studi ritengono che tali problematiche persistano per tutto il corso della vita di questi bambini.
I risultati della ricerca condotta dal centro John Hopkins Medicine, tuttavia, sembrerebbero indicare che alcuni di questi problemi possono essere risolti. Secondo la ricerca, infatti, alcuni adulti sarebbero in grado di superare la difficoltà di distinguere coppie di parole senza relazione diretta, poiché i loro cervelli utilizzerebbero un meccanismo alternativo.
La ricerca ha utilizzato l'elettroencefalogramma per misurare l'attività elettrica cerebrale di 20 adulti con uno spettro autistico compreso tra le categorie "moderato" e "lieve" e 20 adulti senza autismo. Tutti i partecipanti autistici avevano abilità verbali "normali", secondo i test standard realizzati dal gruppo di ricerca. Alcuni partecipanti avevano avuto una diagnosi di autismo nei primi anni dell'infanzia, mentre altri solo in età adulta.
Al termine della sperimentazione, i ricercatori hanno potuto appurare che quasi tutti gli adulti con autismo sono riusciti a elaborare le coppie di parole non in stretta relazione tra loro alla stessa velocità di quelli senza autismo. "Il nostro studio - ha spiegato la sua coordinatrica Emily Pierre - sembra poter dimostrare che le persone autistiche che vi hanno preso parte hanno una diversa connessione delle aree del cervello rispetto a quelle senza autismo. È possibile che alcuni adulti con forme di autismo leggere o moderate abbiano sviluppato strategie di apprendimento che permettano loro di elaborare il linguaggio esattamente come le persone senza autismo".
Per maggiori dettagli sulla ricerca cliccare qui.
© Informalingua

Letto 231 volte

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.