Login

Pubblicato in Ricerca e tecnologia

Ricercatori olandesi dimostrano che lingua appresa e abbandonata nell'infanzia resta viva nel subconscio

Sabato, 21 Gennaio 2017 10:33 Scritto da 
Ricercatori olandesi dimostrano che lingua appresa e abbandonata nell'infanzia resta viva nel subconscio Radboud University

Un gruppo di ricerca formato da scienziati dell'università olandese Radboud University, del centro di ricerca olandese-tedesco Max Planck Institute for Psycholinguistics (MPI) e dell'università coreana Hanyang University ha condotto uno studio che intende dimostrare che una lingua acquisita e abbandonata nella prima infanzia resta comunque viva nella memoria e che gli individui sottoposti a questo tipo di esperienza possono poi rapidamente recuperarne l'uso.
I ricercatori hanno verificato che diversi individui di origine coreana che avevano imparato il coreano in patria durante la loro prima infanzia e che erano poi stati adottati in altri paesi, pur avendo perduto una competenza attiva della loro lingua materna, fossere in grado di recuperare abbastanza in fretto il controllo della fonetica e di altri elementi del coreano. Alla sperimentazione hanno partecipato 29 olandesi di origine coreana ai quali è stato chiesto di identificare tre consonanti del coreano e di provare a riprodurle durante un periodo di allenamento di due settimana. Tutti i soggetti che si sono sottoposti a questo test sono stati in grado di riprodurre quasi perfettamente suoni che non esistono in olandese.
"Ciò che è sorprendente - ha spiegato la coordinatrice della ricerca Mirjam Broersm - è che non abbiamo visto alcuna differenza nei risultati dell'apprendimento dei soggetti che erano stati adottati dopo sei mesi di vita e quelli che sono stati adottati all'età di sei anni".
Per maggiori informazioni sullo studio cliccare qui.
© Informalingua

Letto 630 volte

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.