Login

Pubblicato in Ricerca e tecnologia

Ricerca britannica dimostra come lingue scritte diversamente siano ugualmente efficaci nel produrre significato

Mercoledì, 03 Febbraio 2016 07:47 Scritto da 
La ricerca della University of Southampton è stata realizzata attraverso una tecnologia di tracciamento dell'occhio. La ricerca della University of Southampton è stata realizzata attraverso una tecnologia di tracciamento dell'occhio. University of Southampton

Un gruppo di ricerca dell'università britannica University of Southampton ha condotto uno studio che dimostra come non vi sia alcuna differenza in termini di esecuzione temporale nella lettura di testi scritti in cinese e in inglese da parte dei rispettivi parlanti madrelingua.
La ricerca, pubblicata sulla rivista "Cognition", fornisce prove sperimentali a sostegno della tesi che il tempo richiesto per elaborare una lingua da parte dei rispettivi madrelingua, indipendentemente dal modo in cui è scritta, è lo stesso per tutte le lingue.
"Nessuna lingua – ha dichiarato il coordinatore della ricerca, il professore di psicologia sperimentale Simon Liversedge - è più efficace di altre nel produrre significato".
Lo studio è stato condotto in cooperazione con la Tianjin Normal University (Cina) e la University of Turku (Finlandia) e ha confrontato il modo in cui britannici, cinesi e finlandesi leggono le rispettive lingue. Per ogni gruppo linguistico sono stati osservati 25 persone a cui sono stati fatti leggere otto testi. La traduzione dei testi nelle tre lingue è stata molto rigorosa e mirata a renderli il più simili possibili. Le tre lingue – inglese, finlandese e cinese – sono state scelte proprie per le grandi differenze nella disposizione delle parole all'interno della frase e nella presentazione visuale delle parole. Gli studiosi hanno poi usato una tecnologia di tracciamento dell'occhio per valutare i processi cognitivi dei partecipanti allla ricerca.
La sperimentazione ha permesso di verificare che vi sono differenze sostanziali nei movimenti degli occhi tra i tre gruppi linguistici. Ad esempio, i finlandesi di soffermano più su alcune parole rispetto a chi parla inglese. Nonostante queste differenze, la ricerca ha dimostrato che tutti e tre i gruppi linguistici impiegano lo stesso tempo nell'elaborare il significato contenuto negli otto testi loro proposti.
"Abbiamo dimostrato – ha concluso Liversedge – che non importa se un madrelingua cinese stia elaborando un testo in cinese, un finlandese stia leggendo un brano in finlandese o un inglese stia elaborando un messaggio scritto in inglese, con frasi molto semplici gli esseri umani hanno bisogno dello stesso tempo per le elaborare le informazioni contenute in un testo. Le lingue sono tutte efficaci in questo senso".
Maggiori informazioni sulla ricerca possono essere trovate qui.
© Informalingua

Letto 663 volte

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.