Login

Pubblicato in Ricerca e tecnologia

Gruppo di ricerca italo-britannico conferma legami tra genetica e diversità linguistica

Lunedì, 06 Luglio 2015 06:19 Scritto da 
Il gruppo di ricerca italo-britannico coordinato dall'università di York ha preso in esame le lingue indoeuropee e non-indoeuropee presenti in Europa. Il gruppo di ricerca italo-britannico coordinato dall'università di York ha preso in esame le lingue indoeuropee e non-indoeuropee presenti in Europa. University of York

Uno studio condotto dall'università britannica di York e le università italiane di Ferrara, Modena e Reggio Emilia ha stabilito che la lingua è un migliore strumento della distribuzione geografica della popolazione per stabilire le differenze genetiche.
Il progetto di ricerca, che è stato coordinato dal professor Giuseppe Longobardi del Dipartimento delle scienze del linguaggio della University of York, ha stabilito legami significativi tra la genetica e la diversità linguistica delle popolazioni europee che parlano lingue indoeuropee e non-indoeuropee. Secondo Longobardi, se una popolazione parla francese e un'altra parla russo, le due popolazioni hanno un grado di diversità linguistica che può essere misurato con una precisione mai vista prima d'ora e il loro grado di diversità genetica è proporzionale. Nel caso delle popolazioni che parlano italiano, francese e spagnolo, tre lingue molto simili tra di loro appartenenti al gruppo delle lingue neolatine, fanno riferimento a tre popolazioni molto simili tra di loro in termini genetici.
Per maggiori informazioni sul progetto di ricerca cliccare su questo link.
© Informalingua

Letto 634 volte

Navigando sul sito www.informalingua.com con il browser configurato in modo che accetti i cookie, o utilizzando i dispositivi mobile, viene dato il consenso all'utilizzo dei cookie presenti in questo sito.